Vetri auto, le regole per riconoscere uno specialista

infografica_7regole_proposta3

Quando si incorre in un danno al parabrezza o ai vetri auto spesso, soprattutto in periodi di crisi, l’unica leva per la scelta è il prezzo. La scelta di uno specialista dei vetri è però un elemento molto importante per evitare problemi futuri ottenendo un servizio completo e garantito. Carglass®, azienda leader nella sostituzione e riparazione dei vetri auto, raccomanda agli automobilisti alcune semplici regole, utili a riconoscere uno esperto in grado di offrire il miglior servizio.

Le regole sono frutto del lavoro continuo della “Carglass Academy”, una think tank sempre attiva e composta da esperti  in formazione, tecnici specializzati e professionisti della filiera del vetro (il cosiddetto “glass lifecycle” che garantisce l’originalità dei vetri auto) dell’azienda.

1.      Lo specialista risolve subito il danno – quando si nota un qualsiasi danno al parabrezza Carglass® consiglia di intervenire più rapidamente possibile. Le impurità raccolte dalla crepa o dalla scheggiatura sul parabrezza possono infatti compromettere una perfetta esecuzione dell’intervento di riparazione. Per questo, dal momento della richiesta, Carglass esegue il 75% degli interventi all’interno delle 48 ore seguenti.

2.      Lo specialista rispetta i tempi di esecuzione di un intervento perfetto. Gli interventi di riparazione e sostituzione effettuati da uno specialista e con le tecniche più avanzate sul mercato devono essere rapidi e rispettare i giusti tempi di esecuzione. Per un intervento di riparazione con la sua resina a presa rapida gli specialisti di Carglass® sono in grado di rimettere in strada la vettura di un cliente in 30 minuti. Per la sostituzione, grazie alle innovazioni tecnologiche del Belron Technical, il tempo necessario è di circa 2 ore.

3.      Lo specialista monta solo vetri originali, ma come li riconosco? Le case automobilistiche non producono tutti i componenti di un auto, come ad esempio i vetri. Per questo genere di componenti si approvvigionano da produttori specializzati quali  Pilkington, Saint-Gobain/Sekurit, Fuyao, AGC/Splintex, Trakya/Sisecam, Shatterprufe e Guardian che forniscono sia le case automobilistiche per il mercato cosiddetto “di primo impianto” che le aziende che vengono solitamente aggregate nella definizione “mercato dei pezzi di ricambio” (o anche after market) le cui normative per la qualità e sicurezza devono rispecchiare quelle di primo impianto. La sola differenza tra i vetri utilizzati delle case automobilistiche e quelli utilizzati da Carglass® risiede dunque nella presenza del logo della casa costruttrice – che comunque non è (di per sé) indicazione indispensabile di originalità. Per riconoscere senza dubbi l’originalità di un vetro basta controllare le sigle sui vetri della propria automobile. Ogni vetro di una casa automobilistica Europea deve infatti avere l’omologazione ai sensi del regolamento ECE/R43 e quelli utilizzati da Carglass®, oltre ovviamente ad essere omologati alla normativa vigente, devono superare severi controlli e soddisfare tutte le norme di sicurezza e qualità previste. Nei paesi extra europei i requisiti di omologazione possono essere differenti come ad esempio negli Stati Uniti dove non è necessaria l’omologazione R43. I vetri utilizzati da Carglass® e che ne garantiscono la sicurezza assoluta in tutti gli interventi effettuati,  sono dunque prodotti dagli stessi fornitori delle case automobilistiche, con gli stessi impianti, gli stessi  standard qualitativi e le stesse omologazioni dei vetri assemblati sulle catene di montaggio.

4.      Lo specialista è tecnologicamente avanzato – la tecnologia al servizio di ogni intervento di riparazione e sostituzione è fondamentale. Qualsiasi intervento manuale effettuato senza gli strumenti tecnologici adeguati può arrecare un danno al parabrezza. Per questo Carglass consiglia sempre agli automobilisti di osservare ed informarsi prima sulle tecnologie utilizzate tanto negli interventi di riparazione che nella sostituzione.  Per la riparazione Carglass utilizza il sistema Glass Medic® che prevede l’utilizzo di una resina fluida a presa rapida, in grado di ottenere una migliore adesione all’interno della scheggiatura e permettendo elevate prestazioni anche in condizioni estreme. Quando è necessario sostituire invece è essenziale che lo specialista utilizzi tutti gli strumenti necessari a non arrecare alcun danno al veicolo durante l’esecuzione dell’intervento. Per questo lo Carglass utilizza Ezi Wire® un sistema di carrucole e filo metallico, che facilita la rimozione dell’intero parabrezza rendendo quasi pari a zero i rischi; 1-Tek®: letteralmente “1 tecnico” consente infine il posizionamento di qualsiasi parabrezza con maggiore precisione rispetto al procedimento manuale mentre il GTS (glass table system) cavalletto ergonomico per la verifica a preparazione del vetro, permette di controllare il vetro da installare comodamente e senza sforzi.

5.      Lo specialista lavora in sicurezza  e non mette mai a repentaglio la sua stessa sicurezza né quella dei clienti mentre effettua un intervento sul vetro. Grazie alle tecnologie Ezi Wire (permette di staccare il vetro senza l’uso della forza) e 1-Tek (che permette di sollevare il vecchio cristallo e sistemarne uno nuovo senza sforzi su schiena e gambe dello specialista)   l’intervento è sicuro permettendo ai tecnici Carglass®, a fine giornata, di risentire meno dei carichi di lavoro.

6.      Lo specialista garantisce tutti gli interventi effettuati sui vetri auto. Carglass® lo fa a vita, forte della sicurezza nell’efficacia dei suoi interventi di riparazione e di sostituzione.

7.      Lo specialista ti consiglia la polizza cristalli, è convenzionato con le compagnie di assicurazione in quanto, se si dispone della polizza cristalli sia la riparazione che la sostituzione (salvo franchigia o massimali) sono interventi completamente gratuiti

Carglass  partecipa al premio “Retailer of the Year 2013”, il Premio realizzato con le valutazioni dei clienti sulle catene di 27 settori merceologici. Per votare Carglass clicca qui.

infografica_7regole_proposta3