Quanto si guadagna con la partnership Adsense di Youtube?

youtube_logo

In questo post diamo un pò di assistenza ai giovani editori che vogliono entrare nel mondo dei video online, parlando loro della partnership con Youtube. Questa “partnership” permette agli utenti di un canale Youtube, di attivare la pubblicità di Google Adsense, che compare durante i video.

Ci siamo rivolti ad alcuni editori che si concentrano su Internet e conoscono molto bene il mercato dei “pay per click”, ovvero delle pubblicità che pagano per singolo click. Con Adsense, i webmaster sviluppano un “CTR”, ovvero una percentuale di click sugli annunci pubblicitari, che si attesta mediamente (a livelli professionali) tra l’1% e il 3%. Significa che, ogni 1.000 pagine visualizzate, si effettuano 30 click (nel caso del 3% ctr). Se la media di pagamento dei click è, mettiamo caso, 0.12 centesimi, significa che il sito web monetizza 3.60 euro ogni 1.000 pagine visualizzate. Un sito che ha circa 1.000.000 di pagine visualizzate al mese, può rendere 3.000 / 5.000 euro al mese di Adsense.

E con Youtube invece? La storia di Adsense cambia, visto che gli annunci compaiono lì, nella parte bassa in sovrimpressione del video, e non possono essere spostati, come è possibile invece fare con una pagina web da noi gestita. Contattando alcuni proprietari di canali partner di Youtube, abbiamo ricevuto l’informazione per la quale il “CTR” non supera quasi mai il 2%, fatta eccezione per pochi giorni durante il mese, che sembra “impazzire” e arrivare al 5% – 7%, forse ciò è dovuto al fatto che l’annuncio pubblicitario si nasconde bene nel video, e si lascia cliccare facilmente quando l’utente interviene sulla barra di controllo di Youtube. I click, infine, sono bassi, e pagano sempre meno di 0,12 / 0,15 cents, specie nei canali generalisti e con contenuti riguardanti i settori dello spettacolo e dello sport.

Youtube, però, ha diversi vantaggi rispetto a un sito web: i vostri contenuti si posizionano più facilmente su Google, sono più virali e hanno un ciclo di vita più lungo. Diciamo che un canale Youtube che riceve 500 visualizzazioni al giorno, incassa circa 50 / 100 euro al mese di Adsense. Non è molto: gli editori dovrebbe studiare una strategia di editing dei contenuti che punti alla viralità e al ritorno sul canale dell’utente, ad esempio pubblicando video che stimolino un lungo muro di commenti, che vengono seguiti dagli utenti tramite notifiche personali. Se pensare però di fare “qualcosa di serio”, come aprire una piccola attività commerciale, oppure farsi una rendita lavorando sul canale partner di Youtube, due sono le cose: o siete dei geni e andate avanti, o vi arrenderete molto presto, visto che per avere incassi decenti occorre portare a casa almeno 750.000 “views” al mese.