Le carote: un ortaggio salutare in 5 tipologie

372px-Carrots_of_many_colors

Cari lettori, lo sapevate che esistono almeno cinque varietà di carote? Lo scorso venerdì mi sono recata presso l’ufficio postale del mio paese per spedire pacchi in Olanda in occasione del compleanno della mia carissima zia che vive in questa meravigliosa terra già da diversi anni … colloquiando in attesa del mio turno, siamo giunti a trattare questo argomento.

Ebbene si! Esistono almeno cinque categorie di questo salutare ortaggio, originario dell’Afghanistan: la carota arancione, ricca di vitamina A; quella viola, che contiene polifenoli, flavonoidi e antocianine, utili a combattere i radicali liberi, ricca di antiossidanti per contrastare l’invecchiamento e più dura rispetto a quella color arancio; la gialla, che protegge gli occhi perché ricca di luteina;   la bianca e la rossa.

Ma non è finita qui: dovete sapere che gli Olandesi, intorno ai primi decenni del Settecento, per onorare la dinastia degli Orange, decisero di modificare le carote geneticamente ( non in laboratorio, ma per selezione successiva nei campi delle carote gialle più intense, partendo da un seme dell’Africa settentrionale).   Da questa vera e propria trasformazione genetica, sono nate le attuali carote color arancio.

Si dice che in origine le carote fossero color viola ed ancora oggi possiamo trovarle: esse hanno delle proprietà nutritive davvero rilevanti, come dicevamo sopra: pensate che sono utili contro i danni provocati dalle radiazioni ultraviolette e contro la fragilità capillare. Un ecotipo della carota, è quello di Polignano ( BA ): essa si presenta con un colore esterno della radice che varia dal giallo pallido al viola scuro, con colore interno che sfuma fra il giallo e l’arancione intenso.

Ciò che è interessante sapere è che questo ortaggio è particolarmente indicato per coloro che seguono una dieta e uno stile alimentare ipoglicemico, per il ridotto contenuto, rispetto alle carote comuni, di zuccheri ( vi è un più alto indice di glucosio e fruttosio rispetto al saccarosio ) e per il basso apporto di nitrati. La carota di Polignano, per la sua croccantezza, dolcezza e per le   proprietà nutritive decisamente salutari,   è certamente un primato tutto italiano e un prodotto tipico e caratteristico dell’agricoltura locale.

372px-Carrots_of_many_colors