Il telefono cellulare non prende: difetto ponte radio?

telefono cellulare

Il telefono cellulare è collegato alla rete telefonica fissa tramite stazioni radio base (BTS – Base Transceiver Station). Ogni telefonino dispone di celle radio, che captano il segnale e permettono di avere la copertura dalle trasmittenti. Finché questa “cella” resta nella rete di copertura, si ha il “segnale”; di solito una stazione radio degli operatori telefonici ha un raggio di azione di 35 chilometri.

Le tecnologie di ricezione del cellulare più avanzate permettono di avere maggiore efficienza come ricetrasmittente, c’è differenza, ad esempio, tra GSM (Global System for Mobile Communications) e UMTS (Universal Mobile Telecommunications System). Le cellule radio GSM ad esempio permettono la trasmissione di immagini digitali, di effettuare videoconferenze e di accedere al World Wide Web. Tutti i telefoni cellulari utilizzano SIM Card (Subscriber Identity Module) che permettono all’operatore telefonico di identificare l’utente abbonato al servizio. Le SIM Card permettono anche di usufruire dei servizi di Roaming, letteralmente “rintracciabilità nel territorio”; con il roaming, il telefono cellulare può appoggiarsi alla rete di un operatore telefonico diverso dal proprio, laddove quest’ultimo non permetta di offrire il servizio di traffico.

Il roaming è utilizzabile anche a livello internazionale permettendo a tutti gli utenti di poter telefonare su copertura di altri operatori. Con questo scenario, sembra proprio che sia impossibile che il telefonino non riesca ad effettuare telefonate (“il telefono cellulare non prende”, è il caso di dirlo), a meno che non si stia nel deserto. Purtroppo non è così, visto che un guasto alla stazione radio o all’antenna del cellulare è molto probabile. Le stazioni radio ad esempio si danneggiano facilmente con il cattivo tempo, e in caso di sovraffollamento non riescono a garantire la trasmissione del segnale (pensate a quanto sia difficile effettuare una telefonata ad un concerto).