Come si ricarica un accendino Zippo

zippo

Zippo Manufacturing Company è il nome dell’azienda americana che produce i famosi accendini “Zippo”. Facilmente riconoscibili, a loro modo “unici”, gli accendini Zippo si chiamano così perché la stessa azienda, negli anni ’30 – gli stessi nei quali furono immessi sul mercato gli Zippo -, produceva le cerniere lampo, dette appunto “zip”.

I più appassionati sanno che la forma e il design dello zippo è tale dalla sua nascita, e questo lo rende ancora più “leggendario”.

Cambiano i contenitori dello Zippo, i disegni, le “personalizzazioni” varie, ma la linea è sempre quella. Lo Zippo è famoso anche per il fatto che la fiamma viene sempre prodotta, anche quando tira vento Lo Zippo originale inoltre viene riconosciuto perché sul fondo c’è un codice che ne identifichi il mese e l’anno di produzione.

Esistono sul mercato due tipi di Zippo: quello Regular, pesa 60 grammi e ha le dimensioni di 55 mm altezza x 40 mm larghezza x 10 mm spessore; e quello Slim, pesa 40 grammi e ha le dimensioni 55 x 30 x 8. Come effettuare una ricarica Zippo? È molto semplice: sfilate via lo Zippo dal contenitore, quindi svitate via il coperchio che si trova nella parte basse dell’accendino. Inserite 5-6 gocce di liquido combustibile presente nelle apposite ricariche per Zippo, finché non. Attenzione: non utilizzate la ricarica a gas che si utilizza per gli accendini “normali!”. Quella ricarica può essere utilizzata solo per lo Zippo con fiamma blu.