Come si fa il cappuccino?

640px-Cappuccino_PeB

Come tutte le cose buone in cucina, la ricetta è semplice e gli ingredienti sono facili da utilizzare. In questo posto diamo assistenza “culinaria” a chi si sia mai chiesto come si faccia il cappuccino. Farlo in casa è difficile senza una macchina per il caffè!

Questo video su come si monta il cappuccino è stato realizzato da Andrea Antonelli, campione italiano della competizione “Latte Art”, bravissimo, quindi, nel dare vita alle ricette con il latte. Caffé espresso, latte  semplice e latte montato: questi sono gli ingredienti del cappuccino, la cui realizzazione, dicevamo, è molto semplice. Si monta il latte in un contenitore di quelli che si usano per scaldare l’acqua ai fornelli; in una tazza grande, si versa il caffé con il latte semplice (non montato), a questo si aggiunge il latte caldo montato nell’altro contenitore. Un tocco di cacao o cioccolata in polvere sono ben graditi! Così come sono consigliati almeno un paio di cucchiaini di zucchero.

Una cosa che non tutti i baristi rispettano, è quella di utilizzare in tre parti uguali caffé, latte semplice e schiuma del latte montato. A volte, infatti, capita che i cappuccini siano dei “caffé corretti…alla schiuma”, con proporzioni sbagliate degli ingredienti. Un buon cappuccino lo riconoscete con l’aiuto del cornetto: se, imbevendolo, non viene tutto “inzuppato” dal latte, ma lascia intorno a sé una consistente dose di schiuma, allora il cappuccino è ben fatto! La regola di “tre parti uguali” è importante per garantire cappuccini buonissimi da bere.

Curiosità: sembra scontato, ma il cappuccino si chiama così perché, appunto, nel XVII secolo un frate cappuccino chiamato Marco D’aviano diffuse l’usanza di addolcire il caffé con latte caldo e tanto zucchero. Sulle origini di questa storia gli storici ancora oggi discutono!