Come installare un antifurto wireless

Gli impianti di antifurto di ultima generazione sono dotati di tecnologia wireless, cioè senza fili, e funzionano attraverso le onde radio. Si tratta di impianti economici, facili da installare anche da soli ed in grado di garantire la massima sicurezza.

In commercio si trovano impianti di antifurto wireless già configurati, caratteristiche che rende il processo di installazione adatto a tutto; inoltre, gli antifurto in kit vengono venduti completi di tutto il necessario, ed è quindi sufficiente consultare le istruzioni cartacee o quelle video. In rete si trovano numerosi tutorial antifurto fai da te, alcuni dei quali caricati dalle stesse aziende produttrici. Osservare un tutorial antifurto fai da te permette di chiarire gli eventuali dubbi e svolgere il lavoro in pochissimo tempo, senza commettere errori. Per individuare il video più adatto, è bene verificare le caratteristiche e la tipologia dell’impianto. In rete si trovano tutorial di antifurto fai da te estremamente ben curati ed esaustivi. Installare un antifurto senza fili seguendo le indicazioni video dei tutorial è un modo pratico e veloce per essere guidati passo dopo passo, in modo da concludere il lavoro senza perdite di tempo.

Al momento dell’acquisto è sempre necessario verificare sia che l’azienda produttrice inserisca il libretto di istruzioni in italiano ma anche che sia presente la garanzia.

L’installazione di un impianto antifurto wireless non richiede una formazione tecnica particolare ma è importante riflettere su alcuni dettagli, come su dove posizionare la sirena d’allarme , la centralina ed i sensori. I sensori devono essere sistemati nei punti nevralgici, ossia quelli dove il passaggio è obbligatorio. E’ importante però scegliere un impianto che sia in grado di non azionarsi per i movimenti causati da animali o da altri oggetti, come le foglie. La posizione dei sensori deve essere attentamente vagliata perché è consigliabile che siano tutti alla medesima distanza rispetto alla centralina; quest’ultima dovrebbe essere nascosta, in modo che non possa essere raggiunta da eventuali malintenzionati. Per quanto riguarda la sirena, in genere, viene messa nei balconi oppure sopra la porta d’ingresso, in modo funga da dissuasore ma possa essere notata anche dalle forze dell’ordine. La centralina deve essere poi collegata all’impianto elettrico e bisogna installare la batteria tampone che entra in funzione in caso di assenza di energia.

Una volta decisa la sistemazione dei singoli componenti si procede con un test generale, indispensabile per controllare il funzionamento dell’impianto e controllare se tutte le operazioni sono andate a buon fine. Dopo aver accertato che le posizioni sono corrette, bisogna fissare i vari pezzi utilizzando i tasselli forniti dall’azienda.