Come installare un antifurto senza fili

electr

I sistemi di allarme senza fili, chiamati anche wireless, sono la nuova frontiera della sicurezza perché garantiscono la massima protezione sia quando si è fuori che dentro casa. Gli antifurto senza fili funzionano attraverso le onde radio e non sono soggetti alle interruzioni di corrente elettrica, offrendo la massima sicurezza. Al momento della scelta bisogna puntare a sistemi di allarme di ottima qualità, partendo sempre dalle proprie necessità e dalle dimensioni dell’ambiente da proteggere.

Installare un antifurto senza fili è un procedimento facile e poco impegnativo che può essere portato avanti anche da chi non ha conoscenze tecniche particolari. Le operazioni da compiere, tutte piuttosto veloci, sono illustrate anche sul manuale d’uso che accompagna l’impianto. Per ottenere maggiori dettagli è possibile consultare il sito internet dell’azienda produttrice oppure i tanti filmati caricati da appassionati e da professionisti del settore.

Per essere certi di fare un buon acquisto, oltre ad affidarsi a negozi specializzati, è consigliabile verificare sempre che sia riportato il marchio CE che indica la conformità alle normative vigenti.

Prima di procedere con l’installazione è importante considerare dove sistemare la centralina e la sirena esterna. La centralina deve essere posta in un punto protetto, in modo che non possa essere manomessa; inoltre, viene sempre suggerito che si trovi ad una distanza uguale da tutti gli altri componenti, in modo che la trasmissione sia sempre ottimale. Perché la centralina non possa subire danni da parte di malintenzionati dovrebbe essere circondata da più di un sensore e dovrebbe essere accuratamente nascosta. Invece la sirena esterna dovrebbe essere ben visibile. Alcuni modelli di antifurti senza fili è presente anche una seconda sirena da interno.

La centralina deve essere dotata di batterie e poi si procede con l’inserimento del codice di identificazione; per ancorarla al supporto scelto, preferibilmente un muro, si utilizzano i tasselli forniti ed un trapano.

Prima di fissare stabilmente e definitivamente tutti i supporti, compresi i sensori, sarebbe opportuno effettuare una prova grazie alla quale controllare se la posizione e corretta o se vi sono problemi di comunicazione fra le varie parti.

I rilevatori devono essere sistemati nei punti sensibili, quelli nei quali il passaggio è obbligatorio; nel caso in cui si voglia tutelare specificatamente una stanza, è opportuno mettere un sensore nei pressi della porta e della finestra.

Quando l’allarme è completamente montato bisogna azionare il telecomando, inserendo le batterie e verificando che sia in grado di svolgere tutte le funzioni predisposte. Effettuare una prova conclusiva è di fondamentale importanza perché permette di mettere in luce eventuali problemi o difetti sia dell’impianto antintrusione che dell’installazione.

electr