Assistenza e consigli per organizzare un trasloco

Quando si sta per effettuare un trasloco, se da una parte è forte l’impazienza di volersi sistemare nella nuova abitazione, dall’altra l’idea di dover spendere parecchie energie non è poi così allettante!

I traslochi sono sempre impegnativi quindi è bene organizzarli con cura.

Prima di smontare i mobili, chiudere gli scatoloni e serrare le finestre, è necessario che a monte vi sia un’organizzazione accurata delle cose da dover fare. Incanalare ed utilizzare al meglio le energie a propria disposizione, infatti, in occasioni come queste diventa la priorità numero uno.

Disdire tutti i contratti – Prima di ogni altra cosa è necessario dare la disdetta del contratto che regola la permanenza nell’attuale abitazione: di norma sono necessari tre mesi di preavviso, dati generalmente tramite posta raccomandata. In concomitanza con questo, è altresì necessario staccare tutti gli allacciamenti di gas, acqua, telefono e luce seguendo le norme previste dai rivenditori presso cui ci si è serviti.

Liberare spazio – Altro nodo cruciale della questione: liberarsi di mobili, oggetti e vestiti che ormai non si utilizzano più. Il trasloco è un’ottima occasione per mettere sottosopra la propria casa, e quindi per poter valutare approfonditamente quanti e quali sono le cose di cui potersi sbarazzare.

Gli imballaggi – Ebbene sì, a questo punto è  necessario raccogliere tutti gli oggetti che popolano le stanze e conservarli negli scatoloni seguendo specifici criteri di divisione (ad esempio, i soprammobili della camera da letto e quelli della cucina andranno inseriti in due diversi reparti). Magari, per rendere la catalogazione degli oggetti il più chiara possibile, sopra ogni scatolone vi si può annotare gli oggetti che contiene.

Infine è bene che ogni pacco non superi un peso stimato di 20kg, e che laddove vi siano oggetti piuttosto particolari la conservazione segua alcuni importanti cautele. Come nel caso di bicchieri, piatti e ornamenti da arredo alquanto delicati: per evitare che si rompano, oggetti di questo tipo vanno avvolti con la pluriball. Inoltre, è altrettanto importante che nelle loro scatole non siano stati lasciati spazi vuoti (eventualmente basta colmarli con della semplice carta da giornale).

Avvertenze finali – Se figli di tenera età, anziani o animali domestici potrebbero compromettere la serenità dell’operazione, si può prevedere la possibilità che vengano allontanati durante il trasloco: troviamogli una sistemazione momentanea!

A questo punto le cose più importanti sono tutte pressoché sistemate: muniti di camion e tanta pazienza, il trasloco può pure avere inizio!