Assistenza anziani: come risparmiare in tempo di crisi

virgilio banner

In tempo di crisi l’educazione al risparmio è una delle priorità della cittadinanza, abituata fino ad oggi a “delegare” il tutto ad istituti di credito, enti territoriali e studi professionali. La delega pare non sia bastata vista la situazione nella quale si trova il nostro Paese, perciò, armati di santa pazienza, molte persona hanno deciso di fare da sé, ed imparare a gestire in maniera autonoma i propri risparmi. Come? Facendo corsi di formazione, ad esempio, come quello organizzato da Upter Solidarietà, FeBaf (Federazione delle Banche della Assicurazioni) e Patti Chiari a Roma.

Il progetto prevede che gli anziani over 65 si rechino a scuola di finanza per circa un anno per frequentare corsi informativi e formativi sui temi delle banche, delle assicurazioni e del risparmio.

L’intento è quello di far sì che i frequentanti “si orientino in maniera più consapevole e paritaria”, il progetto di educazione finanziaria punta a destinare alla terza età una assistenza concreta, una sorta di protocollo d’intesa, affinché si gestiscano al meglio le problematiche e le soluzioni collegate al risparmio. Il presidente della federazione FeBaf Corrado Faissola ha dichiarato che questo progetto punta ad allargarsi anche ad altre regioni al di fuori del Lazio, “perché – spiega in una intervista – in un contesto sociale ed economico di particolare criticità le ricadute più gravi sono sugli anziani”. Noi ci auguriamo che l’iniziativa porti a casa un discreto successo e possa raggiungere anche altre regioni d’Italia. Ce n’è davvero bisogno.